Viaggi
22/11/2017 - FOTOGALLERY

A Milano si gioca a tennis tra gli affreschi della chiesa sconsacrata

AFP


Un campo da tennis, una partita giocata su una base che ricorda la terra rossa. Lo scenario però è tutt’altro che sportivo: il campo è stato realizzato all’interno di una chiesa del 1600, sconsacrata nell’Ottocento per volere di Napoleone e oggi sede dello studio Cls Architetti. A delimitare i bordi sono due statue di pietra, una rete di protezione protegge gli affreschi seicenteschi che ricoprono la chiesa di San Paolo Converso, in corso Italia a Milano, realizzati da Giulio e Antonio Campi, che raffigurano la conversione, il battesimo, il miracolo e il martirio di San Paolo Apostolo.

L’idea è venuta all’artista americano Asas Raza per portare l’attenzione sulla necessità delle attività ricreative in una società imperniata sul lavoro. “Untitled (plot for dialogue)”, questo il nome dell’installazione, è aperta al pubblico giovedì, venerdì e sabato dalle 11 alle 19.

È un’installazione non solo da osservare, ma anche da vivere e diventarne parte: un coach fornisce racchetta e palline e dà inizio alla partita che termina con un tè freddo al gelsomino.

AFP



AFP



AFP



Copyright © La Stampa 2017

Cerca per parola chiave:

I video più visti della settimana

I video più visti della settimana