Nazarè, l’antico villaggio diventato mecca del surf estremo

Onde giganti, record: bisogna venire qui per sfidare e veder sfidare le montagna d’acqua più alte del pianeta

Il record dell’onda più alta stabilito da Garrett McNamara nel 2013 a Nazarè


Pubblicato il 07/02/2018
Ultima modifica il 07/02/2018 alle ore 20:15

Nazarè, 15 mila abitanti circa, è un antico villaggio di pescatori a vocazione turistica che si affaccia sull’Atlantico dalle coste dell’Estremadura portoghese, a due ore di macchina da Lisbona. Per la storia nasce nel 1514, con il nome di Pederneira; per la toponomastica nel 1912, quando assume il nome attuale, ma per il mondo probabilmente nel 2011, quando il surfista hawaiano Garrett McNamara centra il record dell’onda più alta mai cavalcata dall’uomo (23,77 metri) e le immagini di quell’impresa fanno il giro del globo.  

 

Un record che via via è stato migliorato, fino ai 35 metri di Hugo Vau. Onde mostruose che sono la caratteristica di Nazarè e che le hanno regalato una notorietà inaspettata. Se d’estate grazie alla sua spiaggia dorata diventa una sorta di Rimini lusitana, d’inverno (da novembre a marzo) cambia anima e si trasforma nella mecca delle onde giganti, dando filo da torcere a santuari del surf come Jaws Break alle Hawaii, Cortes Bank al largo di San Diego e Mavericks nel Nord della California.  

 

A regalarle questo primato è il Canhão, un canyon sottomarino, il più lungo d’Europa, 230 chilometri, che nel punto più basso è tre volte più profondo del Grand Canyon dell’Arizona e che punta su Nazarè come una freccia. I venti e le onde delle tempeste atlantiche lo risalgono come un imbuto e vanno a sbattere con una velocità inconsueta nel punto finale, davanti all’arenile di Praia do Norte, dominato da una scogliera con un faro che diventa tribuna delle montagne d’acqua più impressionanti del pianeta, quelle che finiscono su Youtube e sulle tazze ricordo. E che attirano i campioni del surf estremo, i loro fan e wave watchers (una nicchia turistica, ormai) da tutto il mondo. Onde che si misurano anche in euro: sette milioni a Nazaré, si dice, per ospitare la prima tappa del Big Wave Tour nel 2017, una sorta di campionato mondiale di surf su onde giganti.  

 

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi

I più letti del giorno

I più letti del giorno

ticketcrociere