Italo riscopre i pendolari ad alta velocità

Ntv non fa abbonamenti ma lancia un carnet mensile a 99 euro per sfidare Trenitalia

I nuovi treni Pendolino della serie Evo prodotti da Alstom per Ntv


Pubblicato il 17/01/2018
Ultima modifica il 17/01/2018 alle ore 07:33
torino

Due anni fa Ntv ha scaricato i pendolari dell’alta velocità Torino-Milano prima aumentando il costo degli abbonamenti e poi nel dicembre del 2015 cancellando due collegamenti pomeridiani dal capoluogo lombardo nelle ore di punta del rientro verso Torino, cioè quelli delle 17,28 e delle 19,28. Adesso la strategia è cambiata e la società ha deciso di tornare ad intercettare quei passeggeri che in questi anni sono passati alla concorrenza. Lo ha fatto con il potenziamento dei collegamenti al mattino ripristinando uno dei due collegamento pomeridiani e nei prossimi giorni lanciando una campagna di promozione con l’offerta di carnet mensile da 20 corse al prezzo di lancio di 99 euro.  

 

LA FLOTTA  

Che cosa ha fatto cambiare idea ai vertici di Ntv? «In quegli anni - spiega Fabrizio Bona - direttore commerciale - avevamo pochi treni a disposizione (venticinque, ndr) e la scelta è stata di garantire i servizi a lunga percorrenza». Adesso però la flotta è aumentata: «Abbiamo sempre detto che quando l’azienda avrebbe avuto a disposizione più treni avrebbe potuto concentrarsi anche su altri segmenti, quelli più brevi e in questo caso la Torino-Milano. E così è stato fatto mantenendo la promessa». Ntv, però, però, non sembra intenzionata a offrire abbonamenti mensili. Ancora Bona: «Abbiamo deciso di lanciare una nuova formula più flessibile rivolta a chi viaggia un paio di volte la settimana».  

Due anni fa i pendolari chiesero inutilmente all’Autorità di regolazione dei Trasporti di bloccare la scelta di Ntv di cancellare i treni del pomeriggio perché di fatto avrebbe impedito di sfruttare al meglio l’abbonamento e quindi a scegliere l’altro operatore, cioè Trenitalia con i suoi Frecciarossa. «Meglio tardi che mai», commentano adesso dal Comitato (i pendolari della Torino-Milano sono circa 1600, di cui 150/200 prima utilizzavano Italo) anche se poi ammettono che «il prezzo è davvero interessante se si pensa al costo dell’abbonamento dei Frecciarossa».  

 

LE CORSE PER MILANO  

Si vedrà. Quel che è certo è che Ntv ha deciso di potenziare i collegamenti da e per Milano. Nel primo caso con due corse alle 8 e dieci minuti e alle 18 e nel secondo con un convoglio in partenza alle 7,55 e alle 17 e quaranta minuti. Da maggio, poi, Ntv ha deciso di potenziare i collegamenti verso Est in particolare con Venezia con otto collegamenti.  

Adesso resta da capire se ci sarà una risposta da parte di Trenitalia sul fronte dei prezzi visto che l’offerta del servizio è aumentata. Il comitato pendolari, intanto, sta valutando se presentare ricorso al Consiglio di Stato dopo la decisione del Tar che ha respinto il ricorso presentato insieme a Federconsumatori contro l’aumento dell’abbonamento.  

Torinosette ti porta al Palazzetto

home

home