Per leggere La Stampa Premium è necessario essere abbonati.
scopri l'offerta
acquista
Cronache
Articolo tratto dall'edizione in edicola il giorno 13/01/2018.

Nel paese del clochard carbonizzato: “Botte e petardi, così lo tormentavano”

Un 13enne e un 17enne di origini marocchine hanno confessato: «Era uno scherzo». Nel Veronese lo choc degli abitanti: «Abbiamo più volte telefonato ai carabinieri»
Lo chiamavano Gary, Gringo, Baffo e solo certe volte Ahamed. Aveva 64 anni e dormiva dentro una vecchia Opel scassata, perché nel 2013 la fabbrica di boiler per cui lavorava aveva chiuso lasciandolo disoccupato. Tornare in Marocco gli sembrava una sconfitta troppo amara e in questo piccolo paese del profondo Veneto, pieno di rubinetterie, polli e odore di incenso, tutti volevano bene ad Ahamed Fdil. Tutti, tranne due ragazzini di 13 e 17 anni. È stato il più piccolo a confessare. Quando i cara...continua
niccolò zancan
Non sei abbonato?
Acquista
subito un abbonamento!

La Stampa Premium,
i nuovi contenuti riservati agli abbonati.
Sei già abbonato?
Inserisci email e password
ed accedi a La Stampa Premium
accedi
scopri la stampa premium
Ultimi Articoli
grazia longo
L’ex giudice Cavallo: contro le baby gang la prevenzione inizi dalle scuole

edoardo izzo
Scandalo all’istituto Massimo. La vittima è una studentessa 15enne del ginnasio

francesco grignetti
Napoli, fermata una banda di rapinatori: 4 sono minorenni. Minniti: metodi terroristi. In un video choc il branco di giovanissimi accerchia due militari per picchiare tre coetanei

tutti gli articoli
Abbonamento Digital Edition
come prima, più di prima
» Una nuova versione web nativa digitale.
» Una nuova app.
» Una nuova offerta.

Scopri tutti i modi di leggere La Stampa
su pc, smartphone e tablet.
Vai all'abbonamento Digital Edition