I gestori delle discoteche chiedono di punire i genitori dei minorenni che si ubriacano

La proposta del sindacato Silb al convegno di Saint-Vincent
LAPRESSE


Pubblicato il 14/11/2017
Ultima modifica il 15/11/2017 alle ore 07:38
aosta

Sanzioni ai genitori dei minori che abusano di alcol nei locali notturni: è quanto propone Maurizio Pasca, presidente del Sindacato italiano dei locali da ballo (Silb). «Chiediamo al legislatore di intervenire sulla normativa relativa al divieto di somministrazione di alcol ai minori di 18 anni aggiungendo la sanzione per il consumo da parte dei minori, colmando quindi un vuoto legislativo; è così, che secondo noi, si può responsabilizzare maggiormente il giovane ma soprattutto la famiglia», ha spiegato oggi durante i lavori del 32° congresso nazionale, in corso a Saint-Vincent. «Diversamente - ha avvertito - dovremo chiedere ai nostri associati di vietare l’accesso nei locali ai minori di 18 anni che per noi rappresentano solo il 10% di ingressi in meno, ma troppi problemi in più.  

 

I protocolli d’intesa con ministero e prefetture e comuni, gli accordi con le forze dell’ ordine, le campagne di sensibilizzazione, non sono sufficienti. A questo punto - ha proseguito Pasca - occorre chiamare in causa le famiglie, i genitori: responsabilità in solido, senza se e senza ma, che si traduce nella chiamata in causa non solo dei gestori dei locali in cui si sorprendano minori che consumano alcolici, ma anche dei loro genitori».  

home

home

La Stampa con te dove e quando vuoi